Notte di impressioni

Il debutto a Cagliari di Jaume Santonja

29 Giugno 2021 -

Dopo l’apertura della rassegna ClassicalParco 2021, con La Vedova Allegra, abbiamo avuto il piacere, venerdì 25 e sabatao 26 giugno, di tornare nella Arena Parco della Musica a godere della musica sinfonica. In programma pagine come España: rapsodie pour orchestre (1883) di Emmanuel Chabrier, Fontane di Roma (1916) di Ottorino Respighi e, infine, Petrushka, burlesque in quattro quadri di Igor Stravinskij (1911).

Ad avviare la serata, la composizione di Chabrier España: un viaggio di memorie sonore che ripercorre un viaggio svolto dal compositore francese nel Paese iberico. Ne deriva un’opera, mescolante temi tradizionali spagnoli, che dipinge un’idea di Spagna di fine del XIX secolo. Forse più nota è, invece, la composizione dell’italiano Respighi, Fontane di Roma, primo poema sinfonico della trilogia romana di cui fanno parte I pini di Roma (1924) e Feste romane (1928). In questo caso, la musica nasce da «suggestioni di natura letteraria, pittorica o naturalistica», dove ogni movimento è dedicato ad una fontana della Città Eterna in un preciso momento della giornata che «ne esalta la bellezza e l’armonia con l’ambiente circostante» (Luana Palladino). Le musiche del balletto Petrushka – di cui sentiamo la versione del 1947 – chiudono la serata. La scrittura dinamica dipinge una vicenda tragica contaminata dall’allegria carnevalesca della cornice.

Per l’occasione, a dirigere l’Orchestra del Teatro Lirico, il giovane maestro Jaume Santonja (classe 1986), al suo debutto cagliaritano e già direttore associato della Euskadiko Orkestra di San Sebastian, direttore assistente per la City of Birmingham Symphony Orchestra, e fondatore dell’ensamble AbbatiaViva. Vincitore di diversi concorsi internazionali, recentemente ha debuttato anche come direttore della BBC National Orchestra of Wales, Orquesta de Radio Televisión Española (RTVE).