Sardegna | Tesori sepolti

Quale futuro aspetta la Sardegna turistico-sostenibile?

20 Gennaio 2014 -

Bellissima e così ambita ma forse così poco organizzata, è la nostra Sardegna. Quale futuro l'aspetta? Quali prospettive di lavoro e di crescita culturale? 

Sabato 25 gennaio alle ore 17:30 si terrà al Teatro Sant'Eulalia un incontro sui beni storici ed archeologici della sardi. Presenzieranno operatori del settore turistico, cittadini che hanno a cuore la storia di un'isola spettacolare ma sottovalutata, quali sono le sue reali potenzialità? L'incontro farà il punto della situazione sul turismo sostenibile in Sardegna, sui beni identitari, storico-artistici e archeologici e sarà introdotto con una video proiezione di immagini inedite sui monumenti poco noti della Sardegna come Cagliari sotterranea
L'iniziativa al Teatro precederà una visita guidata all'aperto, prevista il giorno seguente e curata dalle associazioni organizzatrici. 
Domenica 26 gennaio si terrà infatti una visita guidata degli angoli meno noti di Cagliari da valorizzare. 

Organizzano: le associazioni Sardegna Sotterranea, Aloe Felice, in collaborazione con la Caritas Diocesana di Cagliari e l'Associazione Ambiente Sardegna

All'evento parteciperanno guide turistiche e ambientali con tanti operatori culturali. 

Presenta: Marcello Polastri, giornalista - Presidente Sardegna Sotterranea

Partecipano: 

- Angelo Pili, presidente associazione Aloe Felice.

- Gabriele Tola, soprintendenza per i beni architettonici e paesaggistici,

- Matteo Pitzali
s, presidente cooperativa ANTARIAS di Siliqua.

- Giampaolo Diana, consigliere del PD nel Consiglio regionale della Sardegna.

- Sandro Mezzolani, profondo conoscitore delle aree minerarie della Sardegna,

- Massimiliano Deidda, Biologo e guida ambientale

- Associazione Ambiente Sardegna, guide turistiche e operatori culturali, ma soprattutto i cittadini che vorranno parlare!

Info e adesioni per il dibattito e il TOUR su: 
https://www.sardegnasotterranea.org/ 

Sono aperte le adesioni per tutte le associazion e i singoli cittadinii che vorranno ofrire il proprio contributo sulla Sardegna, una regione al servizio del turismo ma che incontra grosse difficoltà in termini lavorativi. 

L'iniziativa in sala verrà filmata dalle telecamere della trasmissione tv SCOPRIRE e trasmessa sul Web