Pedoni: livello base della mobilità sostenibile

23 Settembre 2013 -

"I pedoni rappresentano il livello base della mobilità sostenibile: sono il sistema di trasporto naturale e la città va ripensata, mettendo però le auto in secondo piano, all'insegna della città più vivibile, più pulita e dunque fruibile".

Con queste parole, Guido Portoghese ha aperto oggi la riunione della Commissione Trasporti a Palazzo Bacaredda, illustrando la bozza della mozione sui "principi e modalità per il miglioramento della mobilità pedonale".
Un documento che fa il punto della situazione sui trasporti in città, nella quale "l'amministrazione civica ha già attivato e sta portando avanti diversi progetti per favorire la mobilità pedonale con la realizzazione di nuove aree pedonali, interventi rivolti alla sicurezza dei pedoni, l'abbattimento delle barriere architettoniche, la riqualificazione degli spazi pedonali e l'attivazione del progetto "A peis". Quest'ultimo, realizzato in collaborazione con Legambiente e che partirà il prossimo ottobre in via sperimentale nella scuola Randaccio".
 
"In particolare - ha detto il presidente della commissione trasporti Guido Portoghese - le iniziative avviate riguardano la pedonalizzazione del quartiere Villanova, la sperimentazione della pedonalizzazione del Corso Vittorio Emanuele e la pedonalizzazione del lungomare Poetto. Negli attraversamenti pedonali – ha affermato Portoghese - sono stati inseriti i segnalatori luminosi e i contasecondi a tutela dei pedoni".