Cagliari: XIV Festival del Cinema Arabo Palestinese

"Al Ard Doc Film Festival 2017"

5 Marzo 2017 -

Dall'7 all'11 marzo 2017, a Cagliari presso la Cineteca Sarda a Cagliari in viale Trieste 126, si svolgerà la XIV edizione  del Festival del Cinema Arabo Palestinese Al Ard Doc Film Festival, organizzato dall’Associazione Amicizia Sardegna Palestina, con il contributo della Assessorato allo Spettacolo e Pubblica Istruzione della Regione Autonoma della Sardegna. 

Tra i principali festival europei di cinema arabo e palestinese, Al Ard festeggia il suo quattordicesimo anno con una ricchissima edizione che prevede una anteprima a Macomer (5 e 6 marzo alle 19, Centro di Servizi Culturali U.N.L.A.) e proiezioni a San Sperate (8 e 10 marzo). Si tratta di 32 film in concorso (più l'omaggio al Kurdistan con la proiezione fuori concorso di This was Hasankeyf del regista italiano Tommaso Vitali), sottotitolati in italiano ed inglese, selezionati dalla commissione esaminatrice su oltre 70 proposte arrivate da diversi paesi del mondo e soprattutto dal mondo arabo, più Workshop e incontri didattici.

Anche quest’anno sono numerose le produzioni di giovani registi palestinesi da Gaza e dalla Cisgiordania che mostreranno nuovi modi di vivere e resistere sotto l’occupazione e i lavori di registi arabi e europei che si sono confrontati con la complessa realtà dell'area nelle sue diverse sfaccettature.

Diversi i temi affrontati: le tematiche di genere, cui è dedicata l'intera giornata dell'otto marzo, con Stitching Palestine (Ricucire la Palestina) della regista libanese Carol Mansour, dove 12 donne palestinesi riflettono sulle loro storie e la loro vita prima della diaspora; riflessioni sui prigionieri politici come in Open Life Sentence (L'ergastolo), del regista palestinese  Fayek Jarada, che racconta il caso di Karim Yunus Dean, prigioniero politico per oltre trent'anni che ha lasciato testimonianza, all'uscita di prigione, della sua esperienza e che è stato arrestato nuovamente durante le riprese del documentario; le migrazioni, in The treacherous Aegean Sea di  Hala Bou Saab, che racconta il viaggio dei migranti verso l'europa nel Mare Egeo; la disabilità, con The War of Disability di  Hanaa’ Mahameed, sulle tecniche di controguerriglia israeliane e i danni permanenti sui giovani palestinesi e la religione; le difficoltà, le costrizioni e gli impedimenti che l'occupazione pone ai pellegrinaggi dei cristiani in Terrasanta, in Pilgrimage di Ahmad Damen.

Due giornate di Al Ard saranno invece dedicate all'incontro con il mondo della scuola presso la sede della Cineteca Sarda, in viale Trieste. "Palestina: la terra che resta", il 10 marzo alle 8:30 è organizzata in collaborazione con l’Associazione Professionale Proteo Far Sapere e FLC-CGIL ed è  pensata come un momento di formazione dei docenti. La seconda giornata, ormai una tradizione a conclusione del festival, è "Palestina in cattedra" che si terrà l'11 Marzo alle 9:00 e vedrà un incontro degli studenti delle scuole superiori cittadine con la regista Palestinese Hanaa’ Mahameed ed il regista Spagnolo Unai Aranzadi.

Contatto stampa: Fawzi Ismail 3386166944

Tiziana Mori

809_docufilm.jpg809_al-ard-festival.jpg809_al-ard-festival.jpg809_al-ard-2.jpg