Quartu: buche stradali per cattiva manutenzione delle strade

Rischio danni auto vicino al plesso di via Cimabue

25 Ottobre 2017 -
 
Accade pure questo a Quartu, terza città della Sardegna, ove un genitore rischia di sfasciarsi l'auto nell'intento di portare il figlio a scuola.
Ieri mattina mi accingo a parcheggiare vicino al plesso di via Cimabue, ma non trovando un posto dove effettuarlo nel rispetto delle norme stradali, infatti in quell'ora tanti genitori si riversano nelle strade limitrofe per portare a scuola i propri figli, mi direziono verso via E. D'Arborea (lato Supermercato Amelia Pam).
Mai l'avessi fatto!
La zona infatti è congestionata dal traffico in certi orari perché sede sia della Scuola materna e Primaria, ma anche delle scuole Medie di via Tiziano. Imbocco la strada mettendomi in fila nella suddetta via, e vedo la macchina di fronte alla mia, un SUV mentre sobbalza vistosamente!
Capisco di ritrovarmi in una strada dissestata e procedo con cautela, ma non posso evitare comunque le buche presenti perché dovrei andare addosso alle macchine parcheggiate in ambo i lati, pur trovandomi in una strada a senso unico, per il lato che 'costeggia' l'edificio scolastico.
Sento un botto sotto la macchina; la sera la porto dal meccanico e mi dice che devo cambiare un pezzo dell'ammortizzatore sinistro.
 
Torno a piedi nella zona 'incriminata' e scatto delle foto: voragini e asfalto rialzato, sembra il percorso del rally.
Osservo attentamente e noto che sicuramente sono le radici degli alberi presenti nel giardino della scuola ad aver provocato il tutto.
 
Mi auguro però, che con questa segnalazione il Comune di Quartu provveda quanto prima a ripristinare ad hoc il manto stradale per evitare altri danni non solo alle macchine ma anche alle persone che percorrono a piedi la strada (ho visto mamme con i passeggini impossibilitate a transitarvi), e sopratutto che tale intervento sia conservativo degli alberi che costituiscono il giardino di via Cimabue, una delle poche scuole quartesi ad avere la fortuna di essere circondata dal verde.
 
 
Tiziana MORI