Messico: terremoto con epicentro in Chiapas

Allerta Tsunami

8 Settembre 2017 -

Un forte scossa di terremoto di magnitudo 8.4 è stata avvertita stanotte alle 23.49 (6.49 ora itliana) con epicentro sotto l'oceano Pacifico, 87 km a sudovest di Pijijiapan, a una profondità di 69,7 km, del Chiapas, nell’Oceano Pacifico.

"È stato il più forte dal 1932", ha sottolineato il Presidente messicano Enrique Peña Nieto, ed è stato avvertito da 50 milioni di persone in diverse zone del Paese. Si tratta di "un sisma di grande scala, più potente di quello del settembre 1985", prosegue il Presidente, aggiungendo che ci sono già verificate altre 65 repliche e che, perciò il rischio è che entro le 24 ore ve ne siano delle altre di pari o maggiore intensità.

Il governatore del Chiapas Manuel Velasco ha chiesto anche utilizzando i social network come FB e Twitter di evacuare le aree abitate della costa anche per la prevedibile allerta tsunami che potrebbe consegurine: infatti, onde alte un metro sono già state registrate nella città di Salina Cruz dal Centro di allerta tsunami del Pacifico.

Dato che Peña Nieto ha annunciato che il Chiapas è in stato di emergenza, in tal modo sarà più agevole ricevere gli aiuto umanitari dalla comunità internazionale e dalle agenzia umanitarie in ciò specializzate, come AGIRE che continua a monitorare la situazione attraverso le ONG presenti e operative in varie aree di Haiti e della Repubblica Dominicana.

Tutta l’area circostante è stata oggetto di fenomeni estremi negli ultimi giorni.

Dato che l’Uragano Irma continua la sua corsa e – dopo aver devastato le isole Barbuda e diverse isole caraibiche e aver transitato su Portorico, sulla Repubblica Domenicana ed Haiti, senza fortunatamente provocare i danni spaventosi che si temeva potesse provocare –  ora si dirige ora sia verso Cuba sia verso la Florida.

Bisogna però sottolineare l'allarme che stanno destando altri due uragani formatisi nel frattempo uno dietro l'altro: si tratta di Josè (individuato come categoria 3), che sta purtroppo seguendo una traiettoria analoga a quella di Irma, e Katia (individuato come categoria 1), che invece si muove nella parte costiera del Golfo del Messico.

Tutti gli studiosi sono concordi nel ritenere che questi fenomeni (uragano Irma e terremoto) siano collagati tra di loro. 

Per seguire la diretta su FB:  http://www.facebook.com/plastiko.oficial/videos/10155053607984779/

Per seguire gli aggiornamenti dal Messico con UnoTvhttp://www.unotv.com/noticias/

Tiziana MORI

876_terremoto.jpg876_terremoto-2.jpg